Skip to main content
Agriculture and rural development

Uso sostenibile dei nutrienti

La politica agricola comune sostiene gli agricoltori nell'uso sicuro ed efficiente dei nutrienti.

I nutrienti nell'agricoltura dell'UE

Nutrienti quali azoto, potassio e fosforo sono essenziali per la produzione agricola. I nutrienti possono essere applicati mediante fertilizzanti prodotti commercialmente, o tramite sostanze organiche come il letame animale.

Tuttavia, se utilizzati in modo eccessivo, i nutrienti possono essere una delle principali fonti di inquinamento dell'aria, del suolo e dell'acqua e possono anche avere effetti negativi sia sulla biodiversità che sul clima.

Nell'ambito della strategia Dal produttore al consumatore, uno dei pilastri centrali del Green Deal europeo, la Commissione europea mira a ridurre le perdite di nutrienti di almeno il 50% entro il 2030, garantendo nel contempo che non si verifichi alcun deterioramento della fertilità del suolo. Ciò dovrebbe portare a una riduzione dell'uso di fertilizzanti di almeno il 20%.

La politica agricola comune (PAC) è lo strumento chiave per sostenere l'uso sostenibile dei fertilizzanti in agricoltura, garantendo che gli agricoltori possano mantenere la produttività riducendo nel contempo gli effetti nocivi dell'inquinamento.

Azioni attuali della PAC

La PAC promuove sistemi agricoli sostenibili nell'UE, consentendo agli agricoltori di:

  • fornire alla società alimenti sicuri, sani e prodotti in modo sostenibile
  • ottenere un reddito stabile ed equo, tenendo conto dell'intera gamma di beni pubblici che forniscono
  • proteggere le risorse naturali, rafforzare la biodiversità e contribuire alla lotta contro i cambiamenti climatici.

Attraverso una serie di norme e misure, la PAC sostiene gli agricoltori nell'uso sostenibile dei nutrienti.

Condizionalità

In base alle regole di condizionalità, tutti i beneficiari della PAC ricevono pagamenti legati a una serie di criteri di gestione obbligatori (CGO) e a buone condizioni agronomiche e ambientali (BCAA). Le regole di condizionalità relative ai nutrienti comprendono:

  • il collegamento dei pagamenti con la direttiva sui nitrati (CGO 1)
  • BCAA destinate a proteggere l'acqua e il suolo, che comportano l'uso responsabile dei nutrienti.

Sviluppo rurale

L'uso sostenibile dei nutrienti può essere sostenuto attraverso lo sviluppo rurale, il cosiddetto "secondo pilastro" della PAC. Nei loro programmi di sviluppo rurale i paesi dell'UE possono inserire una serie di misure vantaggiose.

  • Le misure a sostegno del trasferimento di conoscenze e informazioni, dei servizi di consulenza e della cooperazione possono essere utilizzate per sviluppare e diffondere conoscenze sull'applicazione sicura ed efficiente dei nutrienti.
  • Le misure a sostegno dell'agricoltura biologica incoraggiano la riduzione dell'uso di fertilizzanti inorganici.

Nuova PAC: 2023-2027

La nuova PAC, che inizierà nel 2023, avvicinerà l'agricoltura agli obiettivi della strategia "Dal produttore al consumatore" per quanto riguarda la riduzione dell'inquinamento da nutrienti.

Obiettivi specifici della PAC

La gestione sostenibile dei nutrienti è importante per una serie di obiettivi specifici della nuova PAC, in particolare quelli relativi ai cambiamenti climatici, alle risorse naturali e alla biodiversità.

Piani strategici della PAC

Nei loro piani strategici della PAC, i paesi dell'UE avranno la flessibilità per predisporre strategie e interventi su misura in grado di migliorare la gestione dei nutrienti a livello nazionale, in linea con gli obiettivi dell'UE.

Una nuova architettura verde

La nuova PAC comprenderà norme rafforzate e maggiori opportunità di sostenere l'uso efficiente dei nutrienti. Ad esempio, la condizionalità rafforzata della nuova PAC costituirà una base di riferimento più solida per i requisiti obbligatori relativi all'uso corretto dei nutrienti. Inoltre, una parte significativa del bilancio della PAC sarà destinata ai regimi ecologici, che possono sostenere le pratiche volontarie degli agricoltori, più ambiziose rispetto alla base di riferimento giuridica, che contribuiscono all'uso sostenibile dei pesticidi.

Nel gennaio 2021 la Commissione ha pubblicato un elenco indicativo dei regimi ecologici. Nel quadro della fornitura di servizi di consulenza aziendale, i paesi dell'UE metteranno a disposizione uno strumento di sostenibilità per le aziende agricole relativo ai nutrienti (FaST) al più tardi a partire dal 2024. Si tratta di uno strumento digitale che può essere utilizzato su smartphone, tablet e computer.

Lo strumento FaST combinerà i dati e gli apporti manuali degli agricoltori per fornire raccomandazioni personalizzate sulla fertilizzazione delle colture attraverso un piano di gestione dei nutrienti. Inoltre, il sostegno allo sviluppo rurale continuerà a finanziare i pagamenti per la gestione dei terreni, gli investimenti, la creazione di conoscenze, l'innovazione e la cooperazione in materia di gestione dei nutrienti.

Conoscenza, ricerca e innovazione

La Commissione sostiene la ricerca e l'innovazione nel settore agricolo e forestale, con settori prioritari, tra cui la produzione primaria sostenibile e l'acqua, i nutrienti e i rifiuti.

Il sistema di consulenza agricola condivide le conoscenze sui nuovi sviluppi e fornisce consulenza agli agricoltori sulle migliori pratiche per l'applicazione dei nutrienti.

Base giuridica

La condizionalità è disciplinata dalle norme sul finanziamento, sulla gestione e sul monitoraggio della politica agricola comune di cui al regolamento (UE) n. 1306/2013, al regolamento di esecuzione (UE) n. 809/2014 e al regolamento delegato (UE) n. 640/2014.

Le norme per i pagamenti diretti verdi sono stabilite nel regolamento (UE) n. 1307/2013, nel regolamento delegato (UE) n. 639/2014 e nel regolamento di esecuzione (UE) n. 641/2014.

Il sostegno dell'UE allo sviluppo rurale proviene dal Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR), come stabilito nel regolamento (UE) n. 1305/2013.